Tale padre tale figlio! Il tuo cane ti somiglia?

Ricordate la sfilata di razze canine più famosa della storia? Stiamo parlando di una delle scene più belle del film d’animazione La Carica dei 101: Pongo, affacciato alla finestra, vede passeggiare altri amici a quattro zampe tenuti al guinzaglio dai loro padroncini. Una cosa salta subito all’occhio: ogni cane è una piccola, simpatica, copia del suo padrone. Uguale portamento, simili persino nella fisionomia!
Chissà quante volte, anche noi come Pongo, abbiamo notato una certa somiglianza tra cucciolo peloso e bipede-padrone. Il primo pensiero sarà stato “sembrano padre e figlio!”.
Ovviamente sappiamo che non può essere vero ma, allora, a cosa è dovuta questa somiglianza?
La verità è che la convivenza con il proprio cane può essere considerata una vera e propria “relazione”, si diventa in fretta compagni di vita e di bellissime avventure, condividendo spazi, routine e umori!
Quindi, quella che noi definiamo “somiglianza” è di fatto una condivisione di abitudini che porta il nostro amico a quattro zampe semplicemente ad emularci! Si, avete capito bene, i cani sono molto più intelligenti di quello che pensate:

  • sanno interpretare la nostra emotività: il cane comprende la nostra gestualità che è espressione di un certo stato d’animo. Se siamo arrabbiati, felici, tristi, preoccupati lui lo riconoscerà dalla nostra gestualità e dal nostro corpo;
  • si adattano all’ambiente che li circonda e questo è il motivo per cui si abituano anche ai nostri ritmi e attività. Sono empatici e faranno di tutto per starci al passo!
  • Sono abili imitatori: osservano e tentano di riprodurre i nostri movimenti, proprio come spesso facciamo noi dopo aver trascorso molto tempo con una persona. Voi muovete le mani e loro le zampe, voi la bocca e loro il muso!

Lo scambio empatico tra cane e padrone è una dinamica del tutto naturale, dettata dal trascorrere molto tempo insieme. Nonostante questo, noi e il cane, conserviamo le nostre particolarità, soprattutto a livello caratteriale. Ci somigliamo ma siamo anche diversi, unici. Non è forse questo il motivo di un rapporto così bello e stimolante?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *